Gli amatori al nastro di partenza

giugno 19, 2019.Piero.0 Likes.0 Comments

Giov, 08/04/2004

È stato presentato ieri mattina, nel salone consiliare di Salò, il «Giro dei tre laghi» di ciclismo, trofeo Carrera. La corsa, riservata agli amatori, si disputerà il 25 aprile. Partenza alle ore 8, dal piazzale del bocciodromo. Il percorso: Salò, Gardone Riviera, Bogliaco di Gargnano, Valvestino, Capovalle (dove si raggiunge l’altezza massima, mille metri), Idro, Vestone, Barghe, Odolo, colle di S.Eusebio, Vallio, Gavardo, Muscoline, Calvagese, Soiano, Puegnago, Salò. Lunghezza: 120 chilometri. Un percorso tutto saliscendi, suggestivo e ricco di fascino. Tempo massimo: entro le ore 14. Due i ristori previsti, con l’aggiunta del pasta-party all’arrivo. Nel 2002, a causa del maltempo, i partecipanti furono appena 800, l’anno scorso 1200. «Quest’anno – esclama Antonio Ricci, presidente del gruppo sportivo locale, che organizza – dovremmo raggiungere quota 1500. Ci sono gruppi di tedeschi, francesi, austriaci e giapponesi. Sta diventando una gara internazionale, pubblicizzata sulle riviste specializzate, e ripresa da Rai Sat, con il commento di Gigi Sgarbossa. Confidiamo in una bella giornata di sole». «Una manifestazione alla quale teniamo moltissimo – ha affermato l’assessore allo sport, Gabriele Cominotti -. L’augurio è che cresca ulteriormente». La prova, aperta ai cicloamatori di età compresa tra i 18 e i 65 anni, richiede l’uso obbligatorio del casco protettivo. È possibile perfezionare l’iscrizione (che è gratuita per le donne) anche il giorno antecedente la gara o la domenica mattina, dalle 6 alle 7. Per essere classificato, ogni atleta dovrà essere munito del proprio chip. «È da 18 anni che organizziamo il Giro dei tre laghi – spiega Ricci -. Una volta si partiva alla francese, in un arco di 30 minuti, senza stilare graduatorie: una vera escursione. Dal 2001, su sollecitazione della Carrera, il nostro sponsor numero 1, abbiamo puntato maggiormente sul profilo agonistico. Hanno assicurato la loro presenza un paio di ex campioni: Stephan Roche e Claudio Chiappucci. Abbiamo deciso di migliorare il servizio offerto, con un ristoro e un pacco gara più ricchi, due automobili cambio ruota al seguito, un montepremi più consistente, il pasta party e i massaggi a fine gara». «Nel piazzale antistante il bocciodromo allestiremo un tendone attrezzato e una serie di gazebo, per l’esposizione dei prodotti e le premiazioni. Il nostro obiettivo è di far diventare la gara una classica di gran fondo. Il municipio di Salò, la Provincia e la Comunità montana parco Alto lago collaborano in maniera considerevole. Un grazie anticipato al prezioso lavoro che svolgeranno Csi, le Forze dell’ordine, i Volontari del Garda, gli alpini, il Moto club, Egidio, ecc. Senza dimenticare i numerosi sponsor».